I Polsi

Questo articolo segue idealmente quello sul Karada ma puo' essere eseguito anche senza. 

Poiche' non so' se avete gia' letto le mie considerazioni sulla sicurezza, eccovele un'altra volta (e non sara' certamente l'ultima)

Sono stato sufficientemente terroristico? Lo spero proprio, non si e' mai sufficientemente prudenti, qui in Italia non ci sono statistiche in merito ma sui siti americani e' pieno di descrizioni anche truculente di ferite gravi e/o decessi causati da un gioco eseguito senza pensare alla sicurezza. Cerchiamo di non imitare gli americani anche per le stupidaggini che fanno.

Legare i polsi serve ad impedire al partner l'uso delle mani, o perlomeno a renderlo piu' difficile. Nell'esempio che segue e' stato fatto con una corda di circa  7 metri, per consentire di spostare i polsi piu' in alto sulla schiena. Tenete conto pero' che questa posizione puo' risultare scomoda e quindi non applicabile le prime volte o con partner non "flessibili".

La stessa tecnica puo' essere quindi eseguita con una corda di 2 metri. I polsi saranno bloccati dietro la schiena ma non completamente. 

Piegate la corda a meta', fate passare la parte piegata verticalmente dietro i polsi incrociati del partner poi inserite le due cime nel cappio e stringete (non troppo). Separate le due cime ed avvolgetele intorno ai polsi, girandole in direzione opposta. Un paio di giri sono sufficienti.

Potete fissare le due cime con un nodo semplice

 

Una vista ravvicinate dei polsi legati.
Ci sono vari modi di legare i polsi, questo e' solo uno di quelli che potete usare.
Se volete una legatura piu' sicura, potete avvolgere le cime anche lateralmente, sempre in direzioni opposte.

In questo esempio non e' stato fatto per consentire una buona circolazione sanguigna e per poter successivamente tirare i polsi piu' in altro

Questo metodo, oltre a poter essere usato da solo o con il Karada, puo' essere combinato con la legatura dei seni.

Torna alle Tecniche Bondage - Torna agli Aggiornamenti